RSS

Silvia Castellani

Tra l'essere e il fare, c'è di mezzo il pensare

Come sangue

No Comments »

maggio 14th, 2016 Posted 15:32

Le cose belle iniziano con il buon esempio.

Titolo della fotografia: Come sangue.

Ph. Silvia Castellani - Come sangue

Essenziale

No Comments »

maggio 11th, 2016 Posted 16:24

Oggi ho visto un ragazzo camminare, nell’essenziale.
Aveva la barba, il passo lento, un cappello. Buone scarpe. Uno zaino in spalla.
Mi sono fermata ad osservarlo, ho fatto un pensiero, ho sospirato un respiro.
Con gli occhi chiusi ho guardato dentro al mio armadio, quanto superfluo. Per andare, camminare nell’essenziale, vivere, servono poche cose, un bagaglio leggero addosso.

S.C

Pensieri sulla strada, Essenziale, maggio 2016

Posted in Senza categoria

2016 e sempre

No Comments »

maggio 5th, 2016 Posted 16:02

Guardavo questo cielo.
Pensavo che ci sono i circoli di Dio. Che non li so spiegare
bene, cosa sono.
Perciò non serve chiedere
fare dell’umorismo facile
oppure sì
l’importante è che guardiate il cielo
anche voi
non più solo l’asfalto grigio.
– Pensieri sulla strada di un ritorno che è un andare -.

Riviera adriatica (2016 e sempre)

circoli di Dio

Pezzi di me (III)

No Comments »

aprile 1st, 2016 Posted 16:31

Stamattina guardando il cielo ho visto nelle nuvole un cavallo alato, era bello, bellissimo ho pensato che mi stavo sbagliando, com’era possibile che una nuvola avesse forma di cavallo così precisa perfetta un cavallo al galoppo. Ho riguardato ancora e ancora ed era proprio così c’era una nuvola in cielo grande bianca a forma di destriero. Strabiliante. Non ho potuto fotografarla stavo guidando non potevo fermarmi mi fermo ora e chiudo gli occhi, la vedo ancora. Chissà voi, cosa vedete voi, nelle nuvole.

“Cosa vedo nelle nuvole”

Photo SC

La bellezza cos’è

No Comments »

marzo 1st, 2016 Posted 16:54

Ho ripensato alla bellezza. Che cos’è la bellezza? Mi sono chiesta, una volta in più. La bellezza per me risiede in un’opera d’arte viva. Nell’essere umani. Che cos’è la bellezza? Mi sono venute in mente delle immagini: una figlia che accudisce la madre malata, un figlio piccolo che bacia la guancia della madre e ride, il sole, un giovane innamorato che raccoglie un fiore, un prato verde, la sincerità, un cuore buono. La bellezza è nella natura? Forse la domanda è la risposta. Credo di essere ancora molto lontana dalla comprensione della bellezza, la mia anima non è abbastanza illuminata. Ma forse nella vita di ognuno di noi ci sono degli sprazzi, dei momenti che ci ricordano il concetto di bellezza perché non ci è permesso dimenticare la strada per la salvezza. Perché forse, a pensarci ancora un po’, la bellezza è un percorso che non ha mai fine. Ha a che fare con l’amore? Solo di una cosa sono certa: che per capire cos’è la vera bellezza dobbiamo aver conosciuto la bruttezza.

rosa seppia - foto sc

Il destino di una rosa, destino

No Comments »

gennaio 27th, 2016 Posted 19:52

A volte io penso che c’è un destino scritto per ognuno di noi. E il destino fai fatica a contraddirlo.

“Il destino di una rosa” – Scatto realizzato a Cattolica nell’estate del 2014

photo silvia castellani

Rosa gialla

No Comments »

gennaio 22nd, 2016 Posted 10:19

Se fossi completamente in me, urlerei dalla mattina alla sera. Non è vero che urlare non serve a niente, urlare serve a un sacco di cose.

rosa gialla

Pezzi di me (II)

No Comments »

gennaio 15th, 2016 Posted 19:52

Io credo che
noi persone siamo piuttosto distratte.
Che se ci fermassimo
anche solo un attimo
a guardare negli occhi il nostro prossimo
capiremmo tutto.
E staremmo in silenzio.
Perché nell’anima c’è un posto dove
siamo tutti fragili
anche se
quando parliamo
spesso
ci eleggiamo a giudici.

nebbie

Titolo della fotografia: “Dimmi che cosa vuoi vedere” – 2016 – Belluno.

Pezzi di me

No Comments »

gennaio 12th, 2016 Posted 16:44

Quello che mi fa più paura è l’indifferenza. Affrontare, dialogare, discutere, al limite litigare, va bene. L’indifferenza invece mi fa paura perché nasconde arroganza o rassegnazione o entrambe. E genera solitudine.

Rosa, verde, blu, i colori in testa.

Belluno, 2016.

sorriso blurosa rosarosa verde

Pezzi di me

No Comments »

gennaio 7th, 2016 Posted 15:28

“Oggi, mentre me ne stavo al bar con un’amica gustandomi un pezzettino di carbone dolce, offertoci “perché eravamo state cattive”, ho pensato che le cose più buone non sempre si manifestano come tali, che occorre assaporare il momento, che il momento esatto è tutto quello che c’è di perfetto. Intanto guardavo giocare il bambino accanto a noi con lo scudo e la spada di plastica. Ho chiesto alla mia amica: se fossi in guerra e potessi scegliere solo una cosa tra lo scudo e la spada, cosa prenderesti? Ha detto lo scudo e a ragione, io dunque mi sono tenuta idealmente la spada. Per fare fronte comune. In fondo, ho pensato, anche noi sedute qui a fare finta di essere cattive, stiamo combattendo la nostra guerra di plastica.”

“Auto-biografia auto-autorizzata”, la mia. Un libro che ho iniziato a scrivere.

Sempre per quella storia che voglio ricordarmi di me.
Tendendo a perdermi, devo scrivermi.

Alberi lievi

Titolo dell’immagine: “Alberi lievi”