RSS

Silvia Castellani

Tra l'essere e il fare, c'è di mezzo il pensare

Posts Tagged ‘parole’

Incendi rossi

No Comments »

marzo 10th, 2017 Posted 17:36

Una foto un po’ sgranata, un po’ mossa, un po’ tutto che non mi sta bene, insomma. Ma è una foto cara al mio cuore, scattata in Veneto, nei pressi di Belluno, dove ho abitato per un periodo, fino a circa un anno fa. È una foto che quando la riguardo, chiudo appena gli occhi e vedo ancora esattamente quel cielo all’imbrunire, pareva ci fossero incendi, tra le nuvole, quel giorno, era freddo forse, ma di questo non sono sicura. Mi ricordo bene le cime delle montagne, che vedevo dalla finestra di casa mia, abitavamo al quarto piano in una mansardina che anni prima aveva ospitato la redazione di una emittente radiofonica locale. Lo so perché c’era un quadro a ricordarlo, con delle rondini in volo e ringraziamenti alla radio. Il quadro l’avevano lasciato lì e ogni giorno io lo guardavo e pensavo alla musica. Trovo sempre un sacco di pretesti, per pensare alla musica, che non è solo note e canzoni. La musica è una roba viva che hai dentro, che senti battere nelle viscere. È una forza che si accende a tradimento e ti spinge verso la tua giusta direzione. Come siamo finiti qua a dire di altro, non so esattamente. Ah, sì, il pretesto e la mia imprecisione, guardando una foto sgranata, perdendomi nel fuoco del suo cielo.

(pensieri imprecisi, Cattolica, 10 marzo 2017)

Incendi rossi - Ph. Silvia Castellani

Molteplici forme

No Comments »

dicembre 31st, 2016 Posted 18:58

La forza e il coraggio
si manifestano
in molteplici forme
la bellezza
dopo il silenzio
è avvolta di luce

dalla pelle al cuore
occorrono canali di energia
Per questo è necessario
ogni volta il dubbio.
E mescolare bene
le lame.

(Cattolica, 31/12/2016)

Buon Anno!

silvia castellani

Tornare

No Comments »

settembre 26th, 2016 Posted 16:50

Ci sono persone che fanno la tua fortuna. Sono quelle presenti in certi momenti cruciali della vita dove devi prendere quelle decisioni importanti, e non lo sai che sono così importanti, lo capisci dopo. E dopo capisci anche che se non c’era quella persona lì quella volta, non ce l’avresti fatta a scegliere bene, a mettere quel mattoncino che ha poi fatto la tua strada di fortuna. Perché la fortuna è una storia fatta di pezzi che hai potuto costruire anche grazie agli altri.

(pensieri dal mio profondo blu)

Foto: “Qualcosa di (ri)mosso che sta per tornare.”

Il (ri)mosso

Tempi antichi (per un po’ resto qui)

No Comments »

maggio 27th, 2016 Posted 10:11

(Tempi antichi) Un pomeriggio di tredici anni fa, era primavera inoltrata, dovevo intervistare una pittrice. Quando mi vide, poco più che ventenne, rimase un po’ sorpresa. Seguitava ad osservarmi attentamente mentre mi faceva accomodare nel grande salone della sua casa nascosta dal verde, continuando a darmi del lei. Ricordo che ero molto emozionata, essendo la mia prima intervista ad un artista. Così mi ero truccata e vestita bene per l’occasione, e nemmeno avevo dimenticato di comperare una penna nuova, per prendere gli appunti su quanto avrei ascoltato. Volevo fare una bella impressione. Ricordo molte rose, dipinte nel grande salone della villa, rose di ogni dimensione e colore, pensai di trovarmi al cospetto della Pittrice delle Rose, mi ricordo, e chissà se lo scrissi poi nell’articolo che feci, oppure rimase solo un pensiero imprigionato in un antico ricordo. La pittrice a un certo punto mi chiese cosa stavo studiando, giurisprudenza, dissi. Quindi lei farà l’avvocato? Ma lei non ha la faccia da avvocato – aggiunse piano, come a dirlo tra sé e sé. Credo di no, credo che in qualche modo continuerò a scrivere, mi interessano molto le storie. Risposi una roba del genere e del resto avevo pur sempre vent’anni. Poi la pittrice mi raccontò la sua storia. Decise di fidarsi, evidentemente. Qualche giorno dopo uscì l’articolo. Quel giorno stesso mi telefonò la pittrice e mi disse: lei ha ragione, scrivere è il suo mestiere. E quello, penso ancora oggi, fu il complimento più bello e più guadagnato che abbia mai ricevuto.

Titolo della fotografia: «Tempi antichi, per un po’ resto qui»

verde - ph. S.C

Rosa che corre

No Comments »

novembre 9th, 2015 Posted 16:47

rosa che corre

che il tempo dilata

trascina via

e nemmeno un petalo caduto

un errore di programma

Il tempo è sempre in volo.


Titolo della fotografia: Rosa senza numero

rosa che corre

Quante parole valgo (Giuseppe Wochicevick)

No Comments »

settembre 27th, 2015 Posted 15:42

Quante parole valgo
Scrivimi col cuore
insegnami
a sorridere
dimmi per te
quante parole valgo

Giuseppe Wochicevick

(da “Ali colorate”)

Ali colorate

Parole a briglia sciolta

No Comments »

maggio 6th, 2015 Posted 13:48

Volevo una fotografia da guardare
che esplodesse di colore
ma guardando non trovavo
e così io ci ho pensato
mi sono detta scusa un attimo
piccina
se non c’è come vuoi tu
puoi sempre immaginarla
così prendi i tuoi colori
il rosa in testa
e via
a briglia sciolta
la fantasia.
Parole a briglia sciolta, come avere cinque anni.
“Giocando a colorare case, alberi e montagne” – Belluno, 2015

Volevo una fotografia da guardare

che esplodesse di colore

ma guardando non trovavo

e così io ci ho pensato

mi sono detta scusa un attimo

piccina

se non c’è come vuoi tu

puoi sempre immaginarla

così prendi i tuoi colori

il rosa in testa

e via

a briglia sciolta

la fantasia.

Parole a briglia sciolta, come avere cinque anni.

“Giocando a colorare case, alberi e montagne” – Belluno, 2015

giocando a colorare

Luci di viaggio (VII)

No Comments »

settembre 8th, 2014 Posted 08:16

Questo è l’incipit dell’intervento conclusivo della rubrica estiva intitolata “Luci di viaggio (parole semplici d’amore) che ho avuto il piacere di curare per il blog delle Edizioni Noubs.

Vorrei proteggerti

Vorrei proteggerti

ho paura di

non esserci

sempre.

A volte immagino

male che vada

troverai qualcuno che

lo farà al posto mio.

Dio mi ha detto

di non temere

staremo insieme

molto a lungo

ci ameremo noi due.

Continua al seguente link:

http://noubs.wordpress.com/2014/09/07/luci-di-viaggio-di-silvia-castellani-vorrei-proteggerti/

L’immagine di questo articolo non è quella di rubrica.

rosa rossa

Luci di viaggio (VI)

No Comments »

settembre 8th, 2014 Posted 08:12

Ecco un’assaggio della sesta uscita della rubrica di fotografia e parole intitolata “Luci di viaggio” che ho il piacere di curare per il blog delle Edizioni Noubs al quale vi rimando.

Il  tempo passa lento nella mia mente

Una voglia d’estate si impone sulla

scena di un film o sul cinguettìo fuori sui tetti o sulla luce,

su tutta questa luce a giorno.

Ho scoperto il mio nome, quello che credo che sia ma non so scriverlo bene.

Il cuore mi batte e il motivo non c’è.

M’agito. Voglio rimanere immobile. Mi piace questa calma dove non c’è niente se non una casa e una tenda da lavare.

Prosegue a questo link:

http://noubs.wordpress.com/2014/08/18/luci-di-viaggio-di-silvia-castellani-ad-alda-merini/

Luci di viaggio (III)

No Comments »

luglio 9th, 2014 Posted 14:21

Da inizio giugno collaboro con il blog delle Edizioni Noubs con la rubrica di fotografia e parole intitolata “Luci di viaggio”. Si tratta di suggestioni di viaggio, impressioni, e tutte quelle “luci” che ciascuno di noi può incontrare durante il suo misterioso viaggio. La rubrica, a cadenza bisettimanale, durerà tutta l’estate. Sono previsti sei interventi. Qui sul mio blog vi propongo un assaggio di parole. Vi invito però a seguire l’iniziativa completa sul blog delle Edizioni Noubs.

Questo è un assaggio della terza uscita:

“Luci di viaggio” del 6 luglio 2014:

Farsi invadere

da entusiasmi

scoprirsi bambini

ancora capaci

di sorridere al mondo.

Non conta se è falso

se lo immagini

diventa vero

lo senti sul corpo

un brivido forte

ti scuote nel profondo.

——————————————

La lettura continua sul blog di Noubs a questo link:

http://noubs.wordpress.com/2014/07/06/entusiasmo-luci-di-viaggio-di-silvia-castellani/

Buona lettura e buona visione.

L’immagine di questo articolo non è l’immagine di rubrica.

cielo di luce